Sulle orme de “Il Piccolo Buddha”

Dove ci troviamo? In Bhutan, sull’Himalaya, un angolo di paradiso stretto tra Cina e India, grande poco più della Svizzera e con soli 700.000 abitanti in tutto il Paese, ma con una caratteristica particolarmente speciale: qui la felicità interna lorda (FIL) è più importante del PIL 😳

I bhutanesi chiamano la propria patria “la terra del drago tonante”. Un regno antico, che ha saputo conservare intatto il suo grandissimo patrimonio culturale.

Qui la maggior parte degli abitanti indossa ancora regolarmente il gho o la kira, rispettivamente la versione maschile e femminile degli abiti tradizionali.

Non è un caso che Bernardo Bertolucci abbia scelto proprio questa terra come set del suo capolavoro, “Il Piccolo Buddha”. Un paese dove la vita scorre in modo diverso, dove la dimensione spirituale si intreccia a più riprese con quella reale, ma dove la parte “social” che invece domina la nostra vita è relegata a momenti sporadici nella giornata. Basti pensare che qui la tv è arrivata nel 1999 e che il cellulare è un lusso che solo in pochi si concedono.

In Bhutan sono tantissimi gli itinerari che si possono disegnare, ma alcune tappe sono assolutamente imprescindibili: lo dzong Rinpung di Paro, set del film di Bertolucci, oppure i celebri templi di Lama Kunley e Chimi; ma anche il monastero buddista Tiger’s Nest (Taktshang Monastery), scenograficamente abbarbicato a nido d’aquila sulla valle di Paro e simbolo del Paese.

Così come imperdibili sono i dipinti religiosi della Buddha Handcraft di Paro e i tessuti in mostra al National Textile Museum di Thimphu. Insomma tantissime le attrattive, i motivi per visitare questo paese magico, dall’accogliente sapore orientale e capace, come pochi altri al mondo, di regalare panorami mozzafiato ed esperienze uniche.

Samovar lo ha scelto per proporvi una vacanza diversa, per poterti annoverare tra quei pochi italiani che ogni anno possono visitare questo meraviglioso paese, godendo della sua bellezza paesaggistica e spirituale certo, ma anche dei suoi bagni con le pietre roventi e delle cene romantiche degustando piatti tipici “affacciati” sui panorami più belli del mondo.

In Bhutan si entra dall’India, dal Nepal, dalla Thailandia e da Singapore, collegate con voli Druk Air da e per Paro. L’autunno (da fine Settembre a fine Novembre), con i colori cangianti offerti dalla natura, è uno dei due periodi dell’anno migliori per visitarlo (l’altro è la primavera, da Marzo a Maggio).

Un’ultima piccola curiosità: in Bhutan non esistono i semafori, egregiamente sostituiti da eleganti vigili in carne e ossa con tanto di guanti bianchi.

Se ti interessa questa destinazione non esitare a contattarci per capire insieme che esperienza disegnare unicamente per te!

ECLISSI TOTALE DEL SECOLO: TI PORTIAMO NEL CONO D’OMBRA

Sei un appassionato di fotografia? Cerchi un’idea viaggio originale per quest’estate? Vuoi ammirare l’eclissi solare in prima fila? 

Il 21 agosto 2017 alle 18.26 (ore 13.26 locali in Illinois) sarà possibile ammirare una spettacolare eclissi solare totale che incanterà milioni di persone, soprattutto negli Stati Uniti, dai quali sarà possibile ammirarla nella sua completezza.

Abbiamo scelto per te una location d’eccezione, all’interno di quello che è stato definito “il cono d’ombra”, dove il sole verrà oscurato al 100% e diventerà notte in pieno giorno, per quasi 3 minuti. Si parla di eclissi del secolo e raggiungerà il suo picco massimo tra Oregon, Idaho, Wyoming, Nebraska, Kansas, Missouri, Illinois, Kentucky, Tennessee, Georgia, North Carolina e South Carolina.

Esserci significa essere parte della storia, godersi da protagonisti uno spettacolo straordinario e vivere un’esperienza unica. Molti sono i festival, i concerti e le iniziative culturali in programma che faranno da corollario all’eclissi del secolo.

Esserci significa essere parte della storia. Esserci significa godersi, da protagonisti, uno spettacolo straordinario e vivere un’esperienza unica. Molti sono i festival, i concerti e le iniziative culturali in programma che faranno da corollario all’eclissi del secolo.

Quello che ti proponiamo è qualcosa di ancora più bello, perché potrai abbinare “la tua presenza nella storia” ad uno splendido soggiorno negli States con possibilità di fare un tour “lungo le vie del blues”. Nashville, detta anche “music city”, è la città dalla quale vogliamo farti ammirare l’eclissi, ma prima di arrivarci perché non visitare Chicago e dopo magari non proseguire per New Orleans?

Il tour te lo possiamo cucire addosso noi, tu non perdere l’opportunità di viaggiare Samovar.

Contattaci subito per scoprire tutti i dettagli. Ti aspettiamo! 

Più tutelati con Samovar

Il 30 Giugno 2016 ha cessato ufficialmente la sua operatività il Fondo Nazionale di Garanzia gestito dal Mibact, il Ministero dei Beni, delle attività Culturali e del Turismo.

E tu dirai: e a me che me ne importa? 

È un aspetto importante che ti tutela: il Fondo Nazionale garantiva il viaggiatore nei casi di fallimento o insolvenza dell’Agenzia.

A partire dal 1° di Luglio 2016 è stato demandato ad ogni singola agenzia la dotazione di una copertura in grado di garantire il viaggiatore. Sappi che non tutte le Agenzie si sono dotate di una copertura adeguata.

Invece noi di Samovar ci siamo organizzati. 

Ci siamo dotati di una garanzia alternativa perché ci teniamo a farti sentire assolutamente sicuro/a e tutelato/a.

Abbiamo scelto il Fondo Vacanze Felici.

Per farti partite sicuro e col sorriso! 

 

Maurizio Nardi intervistato a Radio Kiss Kiss

Nei giorni scorsi Maurizio, in viaggio a Napoli, è stato invitato a partecipare alla trasmissione condotta da Ciro Limatola. Il tema? Le abitudini e le richieste curiose dei viaggiatori 😳

Ascolta ora il podcast della trasmissione!

Lettera a te, viaggiatore e sognatore

Mi piacerebbe che Samovar fosse descritta come colei (sì, umanizzandola) che realizza il viaggio dei sogni, forse non di tutti, ma di certo di coloro che lo interpretano come quel qualcosa che ci rende più felici, anche più saggi 😊, che traduce i pensieri che danzano nella tua mente in un itinerario, in un tour, in una lunga pausa di relax, in un mix di avventura e di esclusività.

Le proposte che troverai in Samovar saranno spunti, ispirazioni, un mix di charme e di semplicità sofisticata che caratterizza il nostro modo di interpretare i sogni delle persone. Ma prima di tutto noi vogliamo darti dei suggerimenti, che potrai  arricchire con i tuoi desideri. Un qualcosa che, volendo, potrai stamparti e mettere tra le pagine dell’agenda cartacea (per chi, come me, ancora la usa), che potrai rileggere di tanto in tanto, annotando qualche piccolo pensiero e disegnare le tue emozioni, magari quando sarai tornato proprio da quel viaggio ispirato da una nostra proposta.

In Samovar tutto nasce dalla passione, quella di Maurizio, e non per i viaggi (almeno agli inizi) come tutti potrebbero pensare, ma da quella di rendere felici le persone, di sentirsi dire grazie per averne perfettamente interpretato i desideri, per toccarne con mano gli occhi ridenti. È questa l’origine di tutto.

E prosegue con l’esperienza. Quella fatta di viaggi, di paesi visitati, di culture vissute, di armonie ritrovate, di luoghi esclusivi, di tour avventurosi, di passioni assecondate, di persone conosciute.

La consapevolezza, in Samovar, non è mai mancata. Quella che guida ogni nostro singolo colloquio; quella di sapere perfettamente che il tuo viaggio inizia esattamente nel momento in cui lo hai immaginato.

Per quelli come me appassionati di crescita personale, non sarà nuova la frase “se puoi immaginarlo, puoi farlo”, ma anche per chi la leggesse per la prima volta non vi è niente di più vero. A noi spetta il compito di scoprire, nel senso più piacevole della parola, che tipo di viaggiatore/viaggiatrice sei, per poterti cucire addosso l’abito migliore: quello per esempio fatto di boutique hotels vissuti in tranquillità, oppure pieno di spostamenti emozionanti e adrenalinici, o magari immerso in un mare turchese di ritorno da una visita meravigliosamente archeologica, senza tralasciare quello palpitante offerto da una grande metropoli.

Infiniti sono i tipi di viaggio, infiniti sono i significati che ha, esattamente come infinite sono le tipologie di viaggiatore. Il bello del nostro lavoro è scoprirne ogni giorno una diversa, grazie a te! 

C’è il viaggiatore per il quale ordine e disciplina sono importanti, così come sicurezza e controllo, in tutti gli ambiti, si preoccupa sempre per il peggio.  

C’è il viaggiatore socievole e dinamico, amante della compagnia e aperto alle nuove amicizie, viaggiare è una bella avventura da vivere e accettare anche con gli imprevisti che può riservare.

Poi c’è quello emotivo, che cerca di uscire dai soliti itinerari e mischiarsi con la gente del posto, e c’è anche il programmatore per cui tutto deve essere organizzato al minimo dettaglio, meticoloso, prima di mettersi in movimento prende ogni tipo di informazione.

L’importante è partire con il piede giusto. Una regola che vale per tutti e il nostro compito sta proprio qui, ascoltarvi e capirvi, per potervi offrire l’esperienza che desiderate. 

Vuoi scoprire che tipo di viaggiatore sei? Contattaci e lo scopriremo insieme!

 

 

Parola di Silvia 
Responsabile Marketing e Comunicazione di Samovar

 

 

 

 

 

MSC YACHT CLUB: LA TUA CROCIERA ESCLUSIVA

#CertifiedBySamovar
Sai che una delle attività per noi più importante è di verificare personalmente i servizi che offriamo?

Una parte fondamentale del nostro lavoro è proprio andare, testare i servizi e le strutture e decidere poi se offrirteli. Un duro lavoro! 🙂

E oggi ti presentiamo una novità nel mondo delle crociere: lo Yacht Club MSC.

Credi che tutte le crocie

re siano uguali? Pensi che l’esperienza sia sempre la stessa? Tante persone, confusione, turni e file? Allora forse non conosci lo Yacht Club di MSC. Un’esperienza esclusiva e unica che noi abbiamo sperimentato per te nelle scorse settimane.

Di cosa si tratta? L’esperienza dello Yacht Club a bordo di una delle navi MSC è come stare su una nave a parte, in un universo riservato, esclusivo e, soprattutto, che offre tantissime scelte. È uno spazio riservato all’interno della nave dove il servizio è personalizzato e estremamente ricercato.

Durante il viaggio ho preso tanti appunti per scrivere questo post. Che fatica! 🙂

Innanzitutto si ha  la libertà di vivere a 360° la privacy offerta da questa area oppure usufruire di tutte le attività di intrattenimento e di svago che la nave mette a disposizione, anche a tutti gli altri. Questo, unito ad un numero impressionante di privilegi, rende unica questa esperienza.

L’eleganza e la raffinatezza la fanno da padrone, la consapevolezza di essere un ospite speciale la si ha in ogni momento e la voglia di lasciarsi “coccolare” dall’esclusività di questo servizio anche. Oltretutto l’esperienza vale molto di più di quello che in realtà si paga!

Le cabine sono grandi ed eleganti, tutte con balcone e alcune, addirittura, con piscina privata. Un’esclusiva nell’esclusiva.

Intanto Maurizio iniziava già a raccontare l’esperienza per telefono! 🙂

L’MSC Yacht Club ha poi una serie di strutture riservate solo ai propri ospiti: l’elegante Top Sail Lounge, una lounge panoramica a prua che offre una vista spettacolare, un ristorante dedicato, che nel caso della MSC Fantasia è L’Etoile, e poi il One Pool Deck, sempre a prua, che si traduce in un’area riservata con piscina, vasche riscaldate con idromassaggio, solarium e bar sempre aperto, a disposizione degli ospiti.

Il servizio è eccellente e la sua punta di diamante è il maggiordomo dedicato, uno per ogni cabina, disponibile 24 ore su 24. A lui si può chiedere tutto, dal disfacimento della valigia all’arrivo alla rifacitura della stessa il giorno dello sbarco, dalla prenotazione delle escursioni ai consigli su come svolgerle al meglio, dall’accompagnarci a fare shopping nelle boutiques di bordo al consegnarci in cabina il quotidiano, dal prenotarci il ristorante al riservarci i lettini sul One Pool Deck, fino all’accompagnarci in fase di sbarco per usufruire della corsia preferenziale riservata agli ospiti di MSC Yacht Club.

La cruise card Yacht Club dà diritto, a chi la possiede, all’all inclusive non solo nelle aree riservate ma anche in tutti gli altri bar e ristoranti della nave.

Libertà e privilegi! Questo è forse l’aspetto che rende più liberi di tutta questa esperienza di crociera: sapere di avere tutto a disposizione e di poter scegliere in qualsiasi momento quello che più ci piace.

E se vogliamo rimanere in tema di sapori, vale la pena ricordare che se MSC è famosa anche per la qualità della propria cucina, l’MSC Yacht Club offre ai suoi ospiti la crème de la crème, con i suoi menù raffinati, che propongono dai piatti più sani fino alle tentazioni più squisite, anche a chi soffre di intolleranze e allergie. Aspetto, questo, di non poco conto e che vuole rassicurare tutti coloro che, come noi, potrebbero avere delle segnalazioni da fare alla cucina.

La qualità del cibo è ottima e si può sempre scegliere l’orario a cui si preferisce mangiare.

E poi la Wellness Spa! Passando di plus in plus, eccoci a parlare di uno degli aspetti più importanti per i quali si potrebbe scegliere di fare una vacanza nello Yacht Club: il relax. Quello vero, a pochi passi di distanza dalla propria cabina o a pochi secondi da quell’ascensore, rigorosamente privato, che ci porta direttamente fin nel cuore della Wellness Spa, che ospita una stanza per massaggi e trattamenti ad uso esclusivo degli ospiti Yacht Club. L’MSC Aurea Spa è un mondo di benessere e serenità: perdersela è come rinunciare ad una parte di crociera.

Per chi non vuole rinunciare allo shopping, vale la pena segnalare che, in quanto ospite dell’MSC Yacht Club, si può fare anch’esso in forma privata, fuori dagli orari prestabiliti, nelle boutiques di bordo accompagnati dal proprio maggiordomo.

C’è altro da dire? 🙂

Drink di benvenuto e apetizers vi aspettano per iniziare nel modo migliore. L’aspetto veramente esclusivo di questa vacanza è che inizia già dal porto di imbarco, perché ancor prima di salire troverete già un maggiordomo che vi accompagnerà in una sala dove, mentre si espletano le piccole pratiche burocratiche con i documenti di imbarco, inizierete a ricevere le prime coccole: un drink di benvenuto e apetizers di ogni genere allieteranno la vostra seppur breve attesa e apriranno ufficialmente la via preferenziale, e lo diciamo nel vero senso della parola, con tanto di cordone rosso a delimitarla, all’imbarco.

La crociera con MSC Yacht Club è davvero un’esperienza che vale la pena vivere e, soprattutto, una volta provata non vorrete mai più farne e meno. Almeno per noi è così! Nel Mediterraneo, in Nord Europa, ai Caraibi o negli Emirati arabi, questa esperienza ha un valore percepito ben più alto di quello reale.

Parola di Silvia e Maurizio

PS: Ti abbiamo incuriosito?
Non esitare a contattarci: il team di Samovar è a tua disposizione per rispondere a tutte le tue domande 👍