Che cosa è il passaporto sanitario e da quando sarà disponibile

La pandemia da Covid-19 ci ha costretto non solo ad accettare di vederci limitare pesantemente le nostre libertà ma anche il nostro modo di viaggiare.

Alla stessa maniera ha imposto regole molto severe per la sicurezza sanitaria delle persone: la quarantena preventiva o obbligatoria in attesa dei risultati del test e l’autocertificazione ne sono gli esempi più eclatanti.

Grazie al passaporto sanitario digitale questo non sarà più necessario e potremo riprendere a viaggiare in sicurezza pur dovendo convivere ancora per un bel po’ con il Covid-19.

Non è pensabile, infatti, che questo virus che ha così pesantemente condizionato le nostre vite sparisca nel giro di qualche mese.

Questo non accadrà, quindi la cosa più intelligente da fare per consentire la ripresa di tutte le attività economiche e delle abitudini dei cittadini è quella di adottare misure di sicurezza condivise: e il passaporto sanitario digitale lo è.

Si tratta, nello specifico, di una applicazione da utilizzare tramite smartphone. Per i possessori di Apple phones potrebbe già essere scaricabile da Marzo 2021, mentre per chi ha il sistema operativo Android probabilmente bisognerà aspettare qualche mese in più.

L’app sarà gratuita per i passeggeri e funzionerà, per la lettura dei dati sanitari che contiene da parte del personale aeroportuale, tramite la scansione di un QR Code.

Quindi tutto molto semplice e niente di diverso dalle numerose operazioni che già facciamo nella vita di tutti i giorni usando lo smartphone.

passaporto sanitario-covid-free-vacanze 2021
assicurazione di viaggio-samovar viaggi
passaporto sanitario-samovar viaggi

Quali dati contiene il passaporto sanitario digitale?

Questa applicazione consente di catalogare e conservare in modo completamente digitale tutti i certificati di vaccinazione, i risultati dei test e dei tamponi anti Covid-19.

Ovviamente va da sé che la privacy delle persone non viene in alcun modo violata. Inoltre le stesse potranno contare su una modalità sicura per caricare i certificati dei test o le vaccinazioni sui loro telefoni e condividerli al momento dell’accesso ai gate.

L’app sarà inoltre “agganciata” ad una identità digitale per verificare il proprietario del certificato che si sta mostrando.

Più difficile a dirsi che a farsi…o almeno così ci è dato di sapere ad oggi. Nell’utilizzo sarà tutto molto semplice, così come vuole, per regola, qualsiasi app!

Questo sistema di protezione sanitaria, così potremmo definirlo in termini più generici, permetterà ai viaggiatori di attraversare le frontiere e accedere ai controlli aeroportuali senza dover esibire certificati cartacei.

Non solo, questo lasciapassare digitale è un contenitore di informazioni uniformi che la stragrande maggioranza dei Paesi del mondo considera valide. Cosa non affatto scontata.

E’ uno strumento sicuro?

Le rassicurazioni sulla sicurezza di Iata Travel Pass o passaporto sanitario digitale ci arrivano direttamente da Alan Murray Hayden, direttore di prodotto per la sicurezza dei passeggeri di Iata, il quale ha ben specificato che il lasciapassare si basa “su tecnologia blockchain e i centri di analisi potranno quindi condividere in tutta sicurezza i dati dei passeggeri con l’app di Iata. Inoltre l’app non conserverà in chiaro alcun dato del cliente e la gestione dell’identità del passeggero avverrà tramite la tecnologia Iata One ID, ovvero il progetto di identità digitale unica sviluppato dall’associazione negli scorsi anni”.

Quali misure stanno prendendo intanto le compagnie aeree?

In attesa che il passaporto sanitario sia disponibile e che le vaccinazioni siano accessibili a tutti, alcune compagnie aeree si stanno attrezzando, ad esempio, introducendo l’obbligo di vaccinazione per i propri passeggeri. Qantas è un esempio di questa pratica e ha fatto discutere molto.

Fly Emirates, considerata la compagnia aerea più sicura al mondo, ad esempio ha proposto la copertura gratuita delle spese sostenute dai turisti che abbiano contratto il Covid-19 in viaggio.

Alla data in cui scriviamo non abbiamo evidenza di altre compagnie che impongano la vaccinazione per poter salire a bordo, ma come questa pandemia ci ha insegnato, le cose possono cambiare in tempi molto rapidi.

Altra cosa certa è che il passaporto sanitario risolverebbe molti problemi e restituirebbe alle persone la liberta anche di tornare a viaggiare.

qantas airplane-samovar viaggi
aeroporto-vacanze covid-free 2021-samovar viaggi
fly emirates-vacanze covid-free 2021-samovar viaggi

Di quali regole si deve tenere di conto già da adesso pianificando un viaggio?

Abbiamo già detto che al momento in cui stiamo scrivendo questo articolo i viaggi per vacanza non sono consentiti, ma visto che almeno si possono pianificare, è bene tenere di conto di alcuni fattori importanti che possano garantire la nostra sicurezza, non solo sanitaria, ma anche organizzativa.

In primis, è fondamentale informarsi bene sulla destinazione che si vuole visitare e su quali sono le regole che quel Paese ha adottato per i viaggiatori che provengono dall’Italia.

Ad esempi,o tra le regole più adottate c’è quella di avere con sé un test negativo al Covid-19 (effettuato 48 ore prima dell’imbarco) oppure quella di doverlo ripetere all’arrivo a destinazione.

L’altro aspetto strettamente collegato al test anti-Covid è quello di riuscire a sapere quali tamponi sono accettati e quali no. Facciamo un esempio: i test PCR è stato riscontrato che producono un gran numero di falsi negativi, quindi molte realtà non li accettano.

E ancora, prima di pensare ad una destinazione è bene informarsi se la stessa accetta i cittadini italiani, perché potrebbe anche capitare che vi venga negato l’ingresso nel Paese…e anche che vi venga negato all’ultimo minuto, purtroppo.

Il primo consiglio, quindi, è quello di pianificare tutto con una certa flessibilità e utilizzare compagnie aeree che, in caso di necessità, ci diano la possibilità di cambiare data di partenza, o addirittura la destinazione, anche all’ultimo minuto.

Secondo consiglio utile: stipulate una assicurazione di viaggio per tutelarvi ed evitare di perdere denaro con voli, hotel e servizi vari cancellati, ma che si rivelerà utilissima anche nel caso dobbiate ricorrere alla sanità all’estero.

Terzo consiglio, ma non in ordine di importanza, affidatevi alla vostra agenzia viaggi di fiducia. E’ l’unico modo che avete per viaggiare sicuri e tutelati.

E comunque, in attesa del già citato passaporto sanitario, pianificare bene insieme al vostro agente di viaggi vi aiuta a scaricare lo stress e a pensare che prima o poi una vacanza serena torneremo a farla!

vacanze covid-free 2021
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.